Slittano i bandi per i giovani agricoltori, interrogazione del Partito dei Sardi

Lo slittamento di sei mesi nell’apertura dei bandi regionali riservati a giovani agricoltori ha danneggiato decine di candidati che, a causa del rinvio, hanno superato i limiti di età e hanno visto sfumare la possibilità di accedere agli aiuti. Per ottenere chiarimenti e sollecitare l’adozione dei rimedi, il Gruppo consiliare del Partito dei Sardi ha presentato un’interrogazione in Consiglio, rivolgendosi al presidente Francesco Pigliaru, nella sua qualità di assessore ad interim all’Agricoltura e riforma agropastorale.
I bandi annualità 2016 per lo Sviluppo Rurale, per aiuti all’avviamento di imprese per i giovani agricoltori, sono stati pubblicati il 18 luglio 2016, e prevedevano come finestra utile per la presentazione delle domande il periodo compreso tra il 15 settembre e il 16 gennaio 2017. Secondo quanto indicato nei bandi, è considerato giovane agricoltore una persona che abbia un’età non superiore a 40 anni al momento della presentazione della domanda.

Diversi futuri imprenditori sulla soglia dei 41 anni hanno avviato tutte le procedure necessarie per la presentazione delle domande, ma nel frattempo, con un decreto del 13 settembre, l’assessore dell’Agricoltura, ha stabilito la sospensione dell’apertura dei bandi, fino al nuovo decreto, del 20 febbraio scorso, con il quale è stato deciso che la presentazione delle domande di partecipazione ai bandi possa avvenire nel periodo compreso fra il 15 marzo ed il 14 aprile 2017. (FONTE: Sardiniapost)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *