Sardegna&Corsica al contrattacco

Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

Piglaru-SimeoniCostruire alleanze strategiche che ci consentano di far sentire da subito e senza mediazioni la nostra voce in Europa, che ci consentano di conquistare diritti per i nostri cittadini e per le nostre imprese, che ci diano un nuovo ruolo di protagonisti in un Mediterraneo occidentale attraversato da tensioni e drammi da tradurre con cuore e diplomazia in soluzioni e potenzialità. Questo è l’impegno a fare “politica estera” che avevamo tracciato nel Manifesto-Programma del Partito dei Sardi. Questo è quello che stiamo facendo cooperando con i fratelli e le sorelle corse. Questo è ciò che fa il Governo della Sardegna nel momento in cui spinge per stringere in tempi brevissimi legami progettuali con la Corsica e le Baleari. O quando propone una visita congiunta in Tunisia, il cui Presidente Beji Caid Essebsi è tra l’altro di origini sarde, per veder riconosciuto il nostro ruolo nei rapporti fra sponda Nord e Sud del Mediterraneo.
Facciamo lo Stato, abbiamo detto. Lo stiamo facendo. Senza isterie ma piuttosto con il senso di responsabilità, la generosità e la perseveranza che servono per unire un popolo, fare rete-arcipelago, costruire uno Stato.
A innantis!