Radicamento e crescita, per il bene dei sardi e della nazione sarda

Il Partito dei Sardi esprime soddisfazione per l’esito delle amministrative. Il Partito infatti raddoppia la presenza di suoi amministratori nelle comunità della nazione sarda, contribuendo  all’elezione di molti sindaci da nord a sud della Sardegna. Al contempo consolida il suo radicamento attraverso gli ottimi risultati di Porto Torres e Nuoro dove il PdS era presente con il suo simbolo e i suoi candidati. A Nuoro, la lista formata insieme al Centro Democratico Sardegna, arriva al 6% ed è la seconda lista della coalizione dietro al PD.
Il Partito dei Sardi è ad oggi l’unico partito indipendentista che ha la forza di essere realmente presente su tutto il territorio nazionale. L’unico ad avere la forza e il coraggio di presentarsi con il suo simbolo nelle nostre grandi città. L’unico che, attraverso la vittoria della coalizione di centrosinistra e sovranista al secondo turno, verrebbe chiamato ad assolvere la responsabilità di governare i grandi centri della Sardegna.
Il Partito dei Sardi dunque cresce e si offre come spazio politico aperto a tutti coloro che non si accontentano di esperienze indipendentiste episodiche, a macchia di leopardo o di pura testimonianza ma vogliono fare una politica indipendentista coraggiosa, responsabile, radicata, diffusa, di governo. L’unica che può effettivamente costruire lo Stato sardo.
Inoltre, come dimostra il positivo dato di Nuoro, il Partito dei Sardi, con la sua proposta di formare un grande Partito della Nazione Sarda, è l’unico ad avere una strategia di contrasto alla frammentazione politica che coinvolge la nostra società. L’unico che al distacco dalla politica che colpisce i partiti maggiori risponde non con la protesta ma con proposte di unità che mirano a cambiare il quadro politico sardo portandolo verso la creazione di un grande soggetto della sovranità e dell’autodeterminazione del nostro popolo.

Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi