Quali risorse in finanziaria per frenare lo spopolamento delle zone interne?

Già da qualche anno a questa parte, si è levato forte il grido d’allarme sullo spopolamento delle zone interne della Sardegna. Il 48% dei paesi sardi ha un saldo migratorio negativo. Nessun intervento è stato previsto da questa amministrazione regionale per frenare lo svuotamento dei paesi sardi dell’interno, inesorabile altrimenti. Nessuna “buona pratica” è stata presa in considerazione? (vedasi l’esempio finlandese). Come Sindaco ritengo doverosi, urgenti e improcrastinabili, atti concreti da parte della Giunta e del Consiglio regionale della Sardegna affinché si freni e con un intervento programmatorio pluriennale si ponga fine a questa emorragia che oltre a portar via persone, impoverisce un territorio di cultura, saperi e controllo. Si inizi con atti concreti dai paesi in via di estinzione, come da elenco riportato da studi recenti, monitorando lo stato di attuazione degli interventi che devono essere volti a ridurre i livelli di tassazione con una fiscalità di vantaggio per i residenti e chi vi si trasferisce; facilitando le politiche del lavoro: potenziando i servizi sanitari, scolastici e dell’assistenza sociale; curando maggiormente i collegamenti da e verso i centri maggiori; potenziando le reti telematiche e di comunicazione, attivando con i centri costieri livelli di cooperazione e scambi sulle attività culturali, festivaliere e museali, aggiornando e ampliando l’offerta rivolta ai turisti ecc.
Credo che in queste mie brevi considerazioni possa esservi lo spunto per lavorare alacremente affinché si possa impedire una profezia molto allarmistica che si autoavvererà certamente, non solo perché è stata espressa da più parti, ma perché esistono studi approfonditi a suffragarla. Altrimenti gli studi condotti dall’Università di Cagliari commissionati dal Centro regionale di programmazione sono da considerarsi mero esercizio di ricerca e scrittura e il “paziente”, curabile dapprima, diventa man mano, gravissimo, poi, morto e ci sarà sempre qualcuno che dirà: “ve l’avevo detto io!”.

Antonio Zedda
Sindaco di Montresta
Partito dei Sardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *