Polo di Ottana. Il PdS chiede lo status di area di crisi complessa

Nella mattinata di oggi è stato approvato all’unanimità dal Parlamento Sardo un ordine del giorno del Capogruppo del Partito dei Sardi, Gianfranco Congiu, con il quale si affronta la situazione dell’area industriale di Ottana. Considerata la gravità della crisi, precipitata con la notizia dell’avvio anticipato della procedura di licenziamento per 50 lavoratori, il documento consiliare impegna il presidente della Giunta ad avviare le procedure per il riconoscimento dello status di area di crisi complessa per il polo industriale di Ottana.

Lo status di area di crisi complessa consentirà di avviare processi di riconversione e riqualificazione industriale del territorio secondo la procedura già sperimentata nelle aree di Porto Torres e di Portovesme.

L’obiettivo è quello di favorire condizioni vantaggiose di insediamento nel territorio e contribuire a creare attorno al complesso industriale in crisi, in cui continuano a esistere realtà produttive di rilievo, i presupposti per lo sviluppo di un nuovo distretto in cui attirare capitali e rendere appetibili gli investimenti produttivi, la formazione di capitale umano, la riconversione delle aree industriali dismesse, il recupero ambientale, l’efficientamento energetico dei siti e la realizzazione delle infrastrutture funzionali agli interventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *