Il Partito dei Sardi chiede il rilancio del dibattito sul Corpo forestale

Il Partito dei Sardi ritorna alla carica sulla riforma del Corpo forestale e di vigilanza ambientale. «Chiedo formalmente il riavvio immediato dell’iter istruttorio della proposta di legge – incalza il capogruppo Gianfranco Congiu – è passato oltre un mese da un precedente e inascoltato appello, e nel frattempo la Giunta ha stilato il piano di fabbisogno del personale in cui il Corpo Forestale sconta una riduzione di circa 84 unità». Non solo, «se a questo cumuliamo i pensionamenti (150) del prossimo triennio – fa notare – si prefigura un piano di sostanziale indebolimento di un Corpo che rappresenta un vero fiore all’occhiello nel campo della tutela e salvaguardia ambientale». Ecco perché «la ripresa del dibattito in Commissione restituirà priorità e centralità ad un tema di vitale importanza per gli addetti, le loro famiglie e quanti hanno a cuore la tutela dell’ambiente». Punti cardine attorno ai quali sono l’aumento delle competenze e rafforzamento delle funzioni, l’apertura della Scuola di formazione di Nuoro, retribuzione del servizio che gli agenti sardi svolgono per conto dello Stato. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *