Conferenza stampa

Domani, mercoledì 21 gennaio 2015, il Partito dei Sardi ufficializzerà la costituzione del suo gruppo consiliare a Selargius e discuterà con la stampa dei progetti e delle iniziative del Partito per la città e il territorio.

È tempo di riportare a casa i soldi della Saras versati fuori dall’isola

di Franciscu Sedda

Il Partito dei Sardi ritiene importanti, benché imprecise, le dichiarazioni fatte ieri dalla Saras.

In un comunicato diffuso ieri la Saras ha infatti ribadito la sua disponibilità a versare maggiori entrate alla Sardegna: “È evidente che una più favorevole attribuzione di risorse dallo Stato centrale alla Sardegna sarebbe auspicata da noi come da chiunque faccia parte del tessuto sociale e produttivo sardo”.

Avviso agli enti locali per le opere definanziate: dal 23 gennaio presentazione delle domande di rifinanziamento

Paolo Maninchedda
La Regione ha pubblicato l’avviso per gli enti locali pronti ad andare a bando, definanziati con la manovra di assestamento. Le domande dovranno essere presentate a partire dal 23 p.v. Questo il link.
Tutto come previsto dalla legge. Non stiamo mica qui ad asciugare scogli. Se i soldi non basteranno, ne metteremo degli altri in Finanziaria.

Positivo il lavoro del sindaco Nicola Sanna

Il coordinamento provinciale del Partito dei Sardi respinge le critiche al primo cittadino.

Da parte del Partito dei Sardi nessuna bocciatura al sindaco Nicola Sanna e al suo operato. Anzi, quelli appena trascorsi, sono stati mesi di intenso e proficuo lavoro che, a cavallo tra una amministrazione uscente e l’ingresso di quella nuova, ha permesso di dare continuità al lavoro già svolto, avviando un nuovo corso.

La proposta della nuova legge sugli appalti

di Paolo Maninchedda
La bravissima Anna Marchesini esordiva spesso negli sketch di uno dei suoi personaggi preferiti e meglio riusciti, la signorina Carlo, col mitico: «siccome che sono cecata…». Martedì in Giunta ho distribuito il disegno di legge sugli appalti. Siccome che quando si fanno cose complicate si è spesso cecati, chiedo a tutti gli interessati di far pervenire osservazioni, valutazioni, correzioni.

Quali risorse in finanziaria per frenare lo spopolamento delle zone interne?

Già da qualche anno a questa parte, si è levato forte il grido d’allarme sullo spopolamento delle zone interne della Sardegna. Il 48% dei paesi sardi ha un saldo migratorio negativo. Nessun intervento è stato previsto da questa amministrazione regionale per frenare lo svuotamento dei paesi sardi dell’interno, inesorabile altrimenti. Nessuna “buona pratica” è stata presa in considerazione?

Coinvolgiamo le istituzioni internazionali, aumentiamo la nostra forza nel processo di smilitarizzazione e valorizzazione culturale della nostra terra

di Franciscu Sedda
Il Partito dei Sardi è convinto che si debba far accedere la questione delle “servitù militari” in Sardegna a livello internazionale. Questo coinvolgimento mira a rafforzare ulteriormente le già forti posizioni prese dal Presidente Francesco Pigliaru nel duro e complesso confronto con lo Stato in materia di dismissioni delle servitù militari. Il governo sardo, con in testa il Presidente Pigliaru, ha preso infatti in questi mesi una posizione chiara e determinata, la più forte mai assunta dalle istituzioni sarde nella ormai quarantennale vertenza in materia di presenza militare fra il popolo sardo e lo Stato italiano

Agenzia Sarda Entrate: pronunciamento positivo della segreteria PD rafforza coesione attorno all’obbiettivo. Facciamola!

Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

Prendiamo atto dai giornali che ieri, nell’intervento conclusivo della segreteria del PD Sardegna, il segretario Renato Soru ha parlato dell’esigenza di attivare l’Agenzia Sarda delle Entrate. Ci sembra un pronunciamento importante che segue a tanti altri che nell’aula del Consiglio o in conferenze stampa hanno coinvolto l’intera maggioranza di governo (e non solo).

Amianto: le misure nella legge di stabilità su bonifiche, lavoratori ed esposizione familiare e ambientale

amiantoAlcuni articoli della nuova Legge di stabilità trattano di tematiche legate all’amianto, in cui duole dover rilevare alcune mancanze, principalmente sul tema delle bonifiche ambientali. Nella nuova finanziaria, infatti, queste ultime si limitano ad interventi in favore dei comuni di Casale Monferrato e Napoli-Bagnoli (45 mln di euro per gli anni 2015, 2016 e 2017, art. 50), trascurando il restante territorio dello Stato

Agenzia Sarda delle Entrate in finanziaria: il tempo è maturo

È giunto il momento di istituire l’Agenzia Sarda delle Entrate. Secondo il Partito dei Sardi questo atto di sovranità, fondamentale per la Sardegna in quanto istituzione che vuole governare i processi e in quanto popolo che vuole riconquistare un presente di prosperità, deve compiersi subito fin dalla prossima finanziaria.
Alle prudenze di chi crede che i sardi non siano pronti a gestire una materia così complessa noi rispondiamo dicendo che le cose si imparano facendole, che l’autodeterminazione è esattamente una pedagogia della responsabilità, è il superamento delle paure ataviche dei sardi, è la volontà di sfidare se stessi …

C’è roba da leggere. Il cervello vagazzo e Jannacci

Paolo Maninchedda
Letture L’Autorità di Bacino della Sardegna è un’istituzione sconosciuta che fa cose importante per i sardi. Il 14 dicembre scorso ha adottato importanti delibere che è bene che ciascuno guardi, perché si tratta dell’avvio di un aggiornamento della Pianificazione del Distretto, sulle alluvioni, sulle strutture scolastiche a rischio, sui piani comunali di protezione civile, sugli attraversamenti in alveo, sui canali tombati, cui entro il 31 dicembre del 2015 mi auguro possano concorrere i cittadini e i Comuni della Sardegna.

Comunicato dal Partito dei Sardi Galtellì-Baronia

Il gruppo del Partito dei Sardi Galtellì Baronia esprime tutta la sua soddisfazione e ammirazione per il successo dell’Assemblea nazionale del Partito che si è tenuta a Cagliari il 21 dicembre scorso. È stata un’importante occasione di conoscenza e confronto per noi gruppi territoriali, l’opportunità di toccare con mano l’azione di governo, i risultati ottenuti, il lavoro che si sta facendo e che ancora rimane da fare per crescere. Ne è emerso che la nostra Nazione, la Sardegna, è viva, incerottata, maltrattata, inquinata, abusata e violentata, ma VIVA.