Sa Carta pro sa Repúbblica de Sardigna

Il Partito dei Sardi ha approvato nella sua Assemblea Nazionale del 24 giugno la bozza di una Costituzione della Repubblica di Sardegna che oggi sottopone all’attenzione di tutti i sardi disponibili a immaginare e costruire un futuro diverso, fatto di…

Fai una balentía: dona il sangue

Il Partito dei Sardi invita tutti e tutte a fare un gesto di balentía: donare il sangue.
Oltre alla morsa del fuoco la Sardegna combatte in queste ore la battaglia contro la carenza di sangue che nella nostra terra incide sulla vita di tanti nostri connazionali – compagni, compagne, fratelli, sorelle, parenti, amici, vicini – in particolare quelli affetti da talassemia.
Anche qui, come nella lotta contro il fuoco, il senso civico e lo spirito di altruismo sono fra i fattori fondamentali per contribuire a una vita migliore del nostro popolo e della nostra terra.
L’invito – rivolto a tutte e a tutti ma ancor di più

SICCITÀ E BUONE PRATICHE. La voce degli agricoltori

Il nostro intervento di qualche giorno fa sull’ottimizzazione dell’uso delle risorse idriche ha suscitato molte reazioni.
Dopo la testimonianza di Fausto Fulghesu, oggi ricevo e pubblico volentieri un contributo al dibattito che arriva da alcune imprenditrici agricole della Nurra.

Gianfranco Congiu
Capogruppo del Partito dei Sardi nel Parlamento Sardo

Basta a razzismi e ipocrisie. Costruiamo una Nazione sarda accogliente, prospera, sicura

Attentati e incendi per le strade, ipocrisie e segreti in aula. Non ci piace. Non ci piace per nulla questo clima di xenofobia e irresponsabilità che si sta creando in Sardegna. La questione umanitaria dell’accoglienza è complessa e spaventa ma a nulla servirà mettere la testa sotto la sabbia o addirittura lasciare la Sardegna in mano al razzismo. Come ha detto in aula anche Gianfranco Congiu, intervenendo a seguito dell’approvazione dell’emendamento turismo-migranti, l’incapacità del Parlamento Sardo di discutere con maturità e apertamente di temi così delicati non fa onore alla nostra massima assemblea.

Il Partito dei Sardi al varo di Femu a Corsica

Il Partito dei Sardi ha portato il suo segno di amicizia e sostegno alla trasformazione di Femu a Corsica da cartello elettorale a Partito strutturato.
Gilles Simeoni e Jean-Cristophe Angelini, leader di Femu a Corsica, che si candida ad essere il maggior partito di Corsica, hanno salutato e ringraziato dal palco il Partito dei Sardi e i suoi rappresentanti – Franciscu Sedda, Segretario Nazionale, Modesto Fenu, delegato per i rapporti Sardegna-Corsica, Gió Mura, coordinatore PdS Gallura – e hanno rimarcato il forte valore umano e strategico del

Il Partito dei Sardi apre il dibattito sugli stanziamenti a favore dei Consorzi di bonifica

Siccità:«Ottimizzare l’uso delle risorse idriche riducendo le dotazioni alle colture agroindustriali»
Gianfranco Congiu: «Sì ai rimborsi spese, ma è necessario attuare buone pratiche in agricoltura».

«In un momento di grave siccità che sta mettendo in ginocchio il mondo delle campagne, non si pensi che tutto si risolva con la dichiarazione di calamità naturale recentemente chiesta dall’esecutivo regionale, o con gli stanziamenti in bilancio a beneficio dei Consorzi di bonifica. La Giunta e il Consiglio regionale devono impegnarsi realmente per applicare misure che, in concreto, portino a un uso razionale delle risorse idriche». Gianfranco Congiu, presidente del Gruppo Partito dei Sardi nel Parlamento sardo, accende il dibattito politico su siccità, uso delle risorse idriche e aiuti economici al mondo delle campagne, e sollecita la massima istituzione della Sardegna a prendere delle decisioni in merito.

Area Metropolitana, Cagliari, NEWS

1a Assemblea dell’Area Metropolitana di Cagliari
COMUNICATO

Gli attivisti del Partito dei Sardi facenti parte dell’Area Metropolitana della Città di Cagliari: Cagliari, Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Monserrato, Selargius, Sinnai, Maracalagonis, Uta, Decimomannu, Assemini, Sarroch, Pula, Villa San Pietro, Capoterra, Elmas, Sestu, Settimo San Pietro, su proposta del coordinatore locale Tiziano Vargiu, si sono incontrati il 19 u.s. a Sarroch

L’Assemblea ha risposto dimostrando una forte volontà e necessità dei militanti dell’Area Metropolitana di Cagliari di organizzarsi attraverso momenti di confronto su tematiche di governance all’interno di un ente quale è la Città Metropolitana di Cagliari.

L’Assemblea si pone i seguenti obiettivi:

Per ogni albero bruciato, piantiamone il doppio

La Sardegna, la Corsica e tanti altri luoghi d’Europa bruciano. Si tratta di un vero e proprio crimine contro il pianeta.

Il pensiero del Partito dei Sardi va alle persone, alle comunità e ai territori minacciati dal fuoco e al contempo a tutti coloro, vigili del fuoco e volontari, che in queste ore, ancora una volta, stanno lottando e rischiando per difendere la nostra terra e la nostra gente.

Un pensiero particolare va ai nostri fratelli e sorelle corsi anch’essi impegnati in una straziante giornata di lotta contro il fuoco. Il Partito dei Sardi ha molto apprezzato e sostiene il gesto di solidarietà fatto dal Presidente Pigliaru nei confronti del Presidente Simeoni. Segno di una solidarietà e una cooperazione internazionale costruita in due anni di rapporti fra i nostri popoli di cui noi del Partito dei Sardi siamo particolarmente fieri. Dimostrazione tangibile che le nostre nazioni possono

Fiscalità, entrate, volontà

di Franciscu Sedda
Si terrà stasera a Sassari un importante dibattito sul tema del fisco organizzato dal Partito dei Sardi. Purtroppo ho dovuto declinare l’invito ad esserci a causa di altri impegni e la cosa mi dispiace molto: per la rilevanza dei temi su cui mi sono impegnato da anni ma anche perché so che sarà una serata bella e partecipata, visto il grande lavoro organizzativo fatto dalle attiviste e dagli attivisti di Sassari.
Se fossi andato, cosa avrei detto?
Avrei parlato dell’Agenzia Sarda delle Entrate che va inderogabilmente resa operativa entro il 1 gennaio 2018. Avrei parlato della vittoria sull’inversione dei flussi e della momentanea sconfitta sugli accantonamenti. Avrei parlato della mobilitazione da fare in vista del 24 ottobre per difendere la legge ASE e per affermare tutti insieme che la volontà dei sardi non può essere tagliata. Avrei parlato di Accise come questione politica e dell’Articolo 10 dello Statuto che è lì come una sfida alle nostre paure e un monito a sperimentare le nostre potenzialità.
E avrei proposto di iniziare a parlare di cosa significherà la partecipazione fiscale, di tutti e nelle forme giuste, nella futura Repubblica di Sardegna.

Comunicato stampa del Partito dei Sardi sul riordino della rete ospedaliera della Sardegna

Abbiamo sintetizzato in circa 40 emendamenti la nostra visione di RETE OSPEDALIERA.
È una visione integrativa e complementare rispetto alla proposta elaborata dalla Giunta Regionale che poggia su alcuni principi per noi irrinunciabili:
PRINCIPIO DI DIFFERENZIAZIONE rispetto alle norma di stretta derivazione italiana (cfr. D.M. 70)
PRINCIPIO DI EQUIPARAZIONE tra pubblico e privato
TUTELA DELLE ZONE DISAGIATE: PRINCIPIO DI COMPENSAZIONE DEL DISAGIO
da cui discendono misure specifiche come:

Una sanità pubblica di qualità per tutti in tutta la Nazione Sarda

di Franciscu Sedda
Oggi in conferenza stampa abbiamo presentato i nostri emendamenti alla proposta di rete ospedaliera, argomentati con precisione e competenza da Gianfranco Congiu, Augusto Cherchi, Roberto Desini e Sandro Unali. Questa la sintesi del mio intervento politico di chiusura.
«Lo voglio dire con chiarezza: è tempo che la maggioranza si fidi e si lasci guidare dal Partito dei Sardi.
In sanità siamo stati i primi a sottolineare criticità che col tempo sono diventate sentimento comune; che agitano molta parte della nostra gente; che oggi portano anche chi nella maggioranza ci trattava come infidi rompiscatole a tentennamenti, rinvii e tensioni interne.
Ebbene, così come abbiamo saputo vedere in anticipo le criticità abbiamo sempre saputo indicare per primi le soluzioni – e l’altissima qualità degli interventi che mi hanno preceduto lo dimostrano. Soluzioni di sistema, di rete, di equità, di coesione sociale; soluzioni per difendere e sviluppare una sanità pubblica di qualità per tutti i sardi e in tutti i territori della Nazione Sarda.

Il Partito dei Sardi: «Discutere subito in commissione e in aula la legge quadro su caccia e pesca»

COMUNICATO STAMPA
Il Partito dei Sardi richiama l’impegno assunto mesi fa dall’assemblea dei capigruppo. «Discutere subito in commissione e in aula la legge quadro su caccia e pesca». Gianfranco Congiu: «L’Isola deve disciplinare da sé il settore e non subire regole studiate altrove».

Alla vigilia della divulgazione del calendario venatorio isolano, il Partito dei Sardi sollecita il Parlamento Sardo affinché in Commissione e in Aula sia avviata, al più presto, l’analisi di una legge quadro che disciplini la caccia e la pesca in Sardegna, partendo dalle tante proposte depositate e ispirandosi alla recente sentenza emessa dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, con la quale l’organismo che ha sede a Strasburgo ha riconosciuto la caccia come una attività di interesse pubblico, da inserire a pieno titolo fra gli strumenti utili alla gestione e conservazione dell’ambiente e della natura.

Alitalia: pirati in ritirata

di Franciscu Sedda
Alitalia non partecipa al bando per la continuità territoriale perché, così dicono fonti interne, le condizioni economiche sarebbero insostenibili. Considerando che da Cagliari erano disponibili 77.823.971 euro da e per Roma e 47.226.621 da e per Milano viene da chiedersi se credevano di pagarsi il loro debito multimilionario creato in anni di mala gestione all’italiana con i soldi dei sardi!

La verità è che mentre altre compagnie partecipano tranquillamente per Alitalia, Tirrenia e per tutte le vecchie compagnie o enti di Stato la Sardegna è sempre un luogo straniero, una mucca da mungere. Possono dunque cambiare padroni o nomi ma quando si tratta della Sardegna si comportano sempre alla stessa maniera: insaziabile, ingorda, predatoria.

Fanno dunque ridere le lacrime di coccodrillo di certi esponenti della vecchia politica sarda che si stupiscono dell’insensibilità della “compagnia di bandiera” di fronte alla Sardegna quando la storia insegna che quelle italiane sono sempre state compagnie con bandiera straniera o al più con bandiera dei pirati!

Il PdS rilancia la riforma del Corpo Forestale: «Il Consiglio discuta la proposta di riordino»

COMUNICATO STAMPA: Il Partito dei Sardi sollecita la riapertura del dibattito e chiede l’attivazione della Scuola di Nuoro.

Congiu: «Lo Stato paghi alla Sardegna l’utilizzo dei nostri agenti ambientali specializzati»

Aumento delle competenze e rafforzamento delle funzioni, apertura della Scuola di formazione di Nuoro, retribuzione del servizio che gli agenti sardi svolgono per conto dello Stato. Sono i punti cardine attorno ai quali il PdS chiede che sia rilanciato il dibattito sulla riforma del Corpo Forestale Ambientale della Sardegna, da troppo tempo arenatosi sulla semplice proposta di Legge presentata dalla Giunta Pigliaru e finora mai analizzata e discussa dagli organismi consiliari.

La morte di Doddore, il cordoglio del Partito dei Sardi, il mio personale sentimento

di Franciscu Sedda
A nome del Partito dei Sardi ci tengo a manifestare il profondo sentimento di sgomento e cordoglio per la morte di Doddore Meloni, uomo e compatriota che ha deciso di dare la vita per testimoniare della sua fede indipendentista. Al contempo come Partito vogliamo esprimere la nostra vicinanza ai suoi familiari, alle persone che gli erano care, a coloro che gli sono stati a fianco nella militanza e nella lotta politica, che fino a ieri ne hanno chiesto la scarcerazione e che oggi ne piangono la perdita.

Come Partito dei Sardi, con i nostri rappresentanti al Parlamento Sardo e al Comune di Cagliari, abbiamo provato a fare la nostra piccola parte per squarciare la cappa di silenzio su quanto stava accadendo e per chiedere a Doddore di riprendere la lotta per l’indipendenza sotto altra forma. Evidentemente non è stato abbastanza.