Non abbiate paura: lo facciamo lo stesso

SardegnaDa quando il Partito dei sardi, SeL e Centro Democratico hanno votato insieme per i grandi elettori del Presidente della Repubblica Italiana si è scatenato un pandemonio. Come sempre è accaduto in Sardegna quando stavano per accadere eventi di portata storica, c’è anche oggi chi teme la nascita di un Partito della Sardegna, fondato su sovranità, giustizia sociale, lavoro, libertà e sviluppo e che si iscriva nel perimetro progressista della politica europea.
C’è chi teme come il fuoco l’ipotesi, che è già realtà, di un Partito della Sardegna che dichiara a priori la sua alleanza in area progressista alle elezioni politiche italiane, ma che mantiene la sua identità, le sue ambizioni, i suoi scopi e le sue organizzazioni in Sardegna.
C’è chi teme come il fuoco la nascita di un partito con valori e ideali ma aperto, plurimo, unito dall’essenziale: per noi, la costruzione dello Stato Sardo.
La paura è un sentimento primordiale che va bonariamente capito, pazientemente smontato, educatamente ricondotto a ciò che è: un fatto infantile. Noi siamo adulti: non abbiamo paura, non c’è alcun motivo di aver paura di noi, c’è più entusiasmo nel trovarsi che nel dividersi. A Innantis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *