Lettera aperta agli indipendentisti che non hanno votato alle Primarias

ALLE SORELLE E I FRATELLI INDIPENDENTISTI CHE NON HANNO (ANCORA) VOTATO ALLE PRIMARIAS

Care sorelle e fratelli indipendentisti,

a poco più di un giorno dalla chiusura delle Primarias mi rivolgo a quelli di voi che non hanno ancora votato, magari pensando che le Primarias siano un fatto che riguarda solo il Partito dei Sardi o che essendo per voi, per noi, la Natzione un fatto intimo e scontato non ci sia bisogno di esprimersi dicendo Eia.

Io vi invito invece a votare, per tre motivi.

Il primo è che se dovesse vincere il No la vostra convinzione di una Nazione sarda che è già coscienza collettiva ne uscirebbe battuta e umiliata. Un prezzo che non potete permettervi di pagare.

Il secondo è che una vittoria del Sì, oltre a rassicurarvi che avete sempre avuto ragione, sarebbe un patrimonio che anche voi – come qualunque indipendentista – potrete rivendicare e spendere nella vostra azione politica quotidiana e nella prossima campagna elettorale.

Il terzo è che schiacciare il bottone del Sì, dire Eia alla Natzione, lasciare una traccia della propria convinzione, del proprio amore per la nostra terra e la sua libertà, è un’emozione impagabile. Non privatevene. E non private la Natzione del vostro sostegno.

A innantis!

Franciscu Sedda
Presidente Nazionale Partito dei Sardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *