La posizione del Partito dei Sardi in merito alla nuova Giunta

Per oltre un anno il Partito dei Sardi ha chiesto una nuova Giunta che segnasse un cambio di passo profondo ed esteso, che andasse nella direzione della valorizzazione del merito e dell’autodeterminazione, che facesse percepire chiaramente ai sardi l’inizio di una nuova fase per la nostra politica e il nostro popolo. Una fase che ripartendo dalla valorizzazione di chi e quanto di positivo ed efficace c’è stato nei primi anni di governo ci aiutasse, come coalizione, a lasciarci alle spalle i limiti dell’azione fin qui condotta, producendo nuova coesione e nuovo entusiasmo.

Il rimpasto invece conferma l’esistente. Non trasmette nulla di nuovo né in termini di merito, di coraggio, di emozioni. Dà maggiore attenzione a chi si frantuma rispetto a chi unisce attorno a sè; a chi procede in modo autoreferenziale rispetto a chi prova a gettare ponti con la società sarda.

Secondo noi, dunque, si tratta di un’occasione persa, di una scelta che non ci rappresenta e che ci chiama, come Partito, ad essere ancor più vigili e determinati nel perseguire i nostri obbiettivi di programma, come ci chiede il mandato degli elettori, e a far sentire con piena libertà la voce e le aspirazioni dei sardi all’interno del Governo e del Parlamento sardo, come ci chiede la nostra coscienza indipendentista.

Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *