Il Partito dei Sardi richiama in Giunta il ddl sull’Agenzia Sarda delle Entrate

di Franciscu Sedda
Questa mattina il Partito dei Sardi ha chiamato in Giunta il ddl sull’Agenzia Sarda delle Entrate. L’assessore alla programmazione Raffaele Paci ha risposto al presidente del PdS e assessore LLPP Paolo Maninchedda che il gruppo di lavoro delegato a redigere il ddl è pienamente operativo e che il ddl ASE è in fase avanzata di elaborazione.
Il Partito dei Sardi prende atto positivamente di questa risposta e continuerà a mantenere alta l’attenzione in modo da sollecitare la giunta per far si che il ddl possa arrivare in aula quanto prima e l’Agenzia Sarda delle Entrate possa essere pienamente operativa già dal 1 gennaio 2016.
Si tratterebbe di un risultato storico, un grande gesto di sovranità, atteso da tutti i sardi. Da quelli che in questi anni si sono impegnati attivamente per l’ASE così come da coloro che ne hanno scoperto solo di recente la valenza per difendere i nostri diritti, porre fine alla vertenza entrate, aumentare la nostra ricchezza, rilanciare la nostra economia.
Il Partito dei Sardi è fiero di aver posto l’ASE come primo punto programmatico nell’accordo con il Presidente Francesco Pigliaru e di vedere che tanto la giunta quanto l’intero parlamento sardo è ormai compatto sulla necessità di dotarsi di questo fondamentale strumento di affermazione degli interessi dei sardi.
Se tutto ciò è stato possibile e sta divenendo possibile è grazie allo spirito di generosità, di condivisione e di unità che ci ha mosso su questa battaglia. E che ci muove costantemente nel costruire una nuova nazione, un nuovo Stato: una Sardegna libera, prospera, giusta, degna.
A innantis!