Il Partito dei Sardi al referendum d’indipendenza della Catalogna

catalognaCagliari, 3 novembre 2014

Il Partito dei Sardi sarà presente in Catalogna al referendum consultivo per l’indipendenza che si terrà la prossima domenica, 9 di Novembre.

La delegazione, guidata dal Segretario Nazionale Franciscu Sedda, prenderà parte ai lavori di voto nel ruolo di osservatori internazionali.

Quella del 9 di novembre si preannuncia come una grande giornata di partecipazione democratica che porterà il popolo catalano ad esprimersi sul proprio futuro nonostante i ripetuti tentativi dello Stato spagnolo di bloccare il processo di autodeterminazione.

La consultazione non avrà valore legale, quantomeno per lo Stato spagnolo, ma se come indicano i sondaggi (http://www.elperiodico.com/es/noticias/politica/barometro-ceo-independencia-3649605 ) la partecipazione sarà alta e il voto per il Sì alla costituzione dello Stato catalano e il Sì all’indipendenza dello Stato catalano (il quesito si articola in due domande distinte) saranno maggioritari le forze indipendentiste e sovraniste che oggi governano la Catalogna saranno legittimate a trattare con la Spagna o, cosa più probabile, ad andare a nuove elezioni plebiscitarie che mettano al centro l’obbiettivo dell’indipendenza.

Un nuovo parlamento a chiara maggioranza indipendentista, come quello che si profila da sondaggi recenti (http://www.elperiodico.com/es/noticias/politica/barometro-ceo-octubre-2014-3649501 ), potrebbe portare a un nuovo referendum o, come ormai molti chiedono, a una Dichiarazione Unilaterale d’Indipendenza.

Per chi crede come il Partito dei Sardi che la costruzione di uno Stato si fa attraverso l’impegno e la competenza tanto quanto il coraggio e la passione essere presenti in Catalogna significa ribadire la propria volontà di imparare dal lavoro di altri popoli e altre classi dirigenti che in modo pacifico e democratico stanno affrontando la sfida dell’autodeterminazione.

Con la sua presenza il Partito dei Sardi vuole inoltre testimoniare, oltre al sostegno alla pacifica lotta del popolo catalano, la sua convinta e costante adesione a una visione indipendentista europeista e solidarista, che metta al centro i diritti delle persone, il rispetto dell’ambiente, la lotta alle diseguaglianze, la produzione di un benessere diffuso, la cooperazione internazionale come modo di costruzione di un mondo più pacifico.

Per questo il Partito dei Sardi parteciperà, insieme ai consiglieri regionali sardi e agli altri esponenti dei partiti indipendentisti e sovranisti, a una serie di incontri politici, istituzionali, culturali per confermare e rafforzare i legami con gli amici indipendentisti catalani e quelli provenienti dal resto d’Europa e del mondo.

Ufficio Stampa Partito dei Sardi

 

Ps. Per chi volesse farsi un’idea più precisa della giornata del 9 Novembre si vedano fra gli altri il sito ufficiale della Generalitat (il Parlamento catalano), quello dell’Assemblea Nacional Catalana, quello del principale partito indipendentista ERC:

 

1 comment for “Il Partito dei Sardi al referendum d’indipendenza della Catalogna

  1. Kierkegaard
    4 Novembre 2014 at 10:16

    INDIPENDENTZIA
    A innantis!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *