Il documento del Partito dei Sardi per il Presidente Pigliaru

Mosso dalla volontà di confermare l’impegno assunto con il mandato elettorale, di contribuire al rilancio dell’esperienza di governo e ancor più di dare risposte ai bisogni e alle aspettative dei sardi, il Partito dei Sardi chiede al Presidente – e con lui alla Giunta e alla coalizione – di assumere un atteggiamento competitivo nei confronti del governo e dello Stato italiano.
Crediamo infatti che la difesa degli interessi economici della Sardegna e l’affermazione dei nostri diritti collettivi democraticamente espressi sia al di sopra di tutto e vada testimoniata con gesti visibili e concreti.
Per questo proponiamo al Presidente quattro azioni da portare avanti nell’immediato:

a) Chiedere al Governo italiano di ritirare il ricorso contro l’art. 3 della legge per l’Agenzia Sarda delle Entrate democraticamente votata dal Parlamento Sardo;
b) Chiedere al Governo italiano di intervenire perché nel passaggio dalla Camera al Senato la legge elettorale italiana preveda per la Sardegna – date le nostre condizioni insulari, linguistiche e demografiche – il calcolo del quorum su base sarda, onde garantire la libera scelta dei sardi e la piena rappresentatività della nostra volontà democratica;
c) Chiedere al Governo italiano che ci riconosca e renda subito disponibili le somme dovute alla Sardegna oggi indebitamente accantonate, decisive per dare immediata e più forte risposta alle molte urgenze e sofferenze vissute dalla nostra gente;
d) Chiedere al Governo italiano che dopo un lungo e colpevole ritardo notifichi alle istituzioni europee la nostra condizione giuridica d’insularità, al fine di poter accedere a diverse e per noi più vantaggiose condizioni in materia fiscale e di deroga ai limiti europei in materia di aiuti di Stato.

Al prioritario confronto su queste azioni e su quelle che il Presidente ci vorrà proporre per rilanciare il rapporto competitivo con lo Stato proponiamo di far seguire un confronto su temi e proposte che sono al centro, o dovrebbero essere al centro, dell’azione del nostro Governo. Crediamo infatti che mentre da un lato competiamo con il Governo e lo Stato italiano dall’altro dobbiamo saper esercitare al meglio, con creatività e coraggio, le responsabilità e le prerogative che come sardi già oggi ci sono proprie. Anche in questo caso faremo seguire un documento con proposte di merito volte a costruire libertà e prosperità per i sardi e la Sardegna.

Il Partito dei Sardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *