I sardi non possono attendere

La Vertenza Entrate fra la Sardegna e l’Italia non si è mai chiusa perché si può chiudere solo con l’indipendenza della Sardegna.
Ribattere in modo vincente alle slealtà dello Stato italiano, oggi sempre più evidenti anche a chi si è a lungo fidato dell’Italia, significa smetterla di rivendicare attenzione e giustizia da governi amici o nemici ma governare da sardi mettendo in cima solo ed esclusivamente l’autodeterminazione e la felicità del nostro popolo.
L’immediata e piena operatività dell’Agenzia Sarda delle Entrate è il primo passaggio concreto per dare attuazione alla difesa dei nostri diritti e alla presa di responsabilità rispetto ai nostri interessi.
Noi del Partito dei Sardi abbiamo sempre spinto, spesso in solitaria o mal sopportati, in questa direzione.
Oggi constatiamo che autorevoli esponenti del PD e SEL – nonché Presidenti delle Commissioni Bilancio e Autonomia – reclamano la ripresa della Vertenza Entrate e la spedita attuazione dell’Agenzia Sarda delle Entrate davanti alle nuove e insopportabili slealtà dello Stato italiano. Bene, meglio ora che mai. Ma che sia il passo di una vita e non lo sfogo di un giorno. Perché i sardi non possono attendere. Né si può immaginare che davanti alla slealtà dello Stato fattasi tanto evidente da diventare coscienza pubblica dell’intera classe dirigente la nostra maggioranza possa passare i prossimi due anni senza dare battaglia e senza portare a casa risultati sempre più forti ed evidenti nella costruzione dello Stato Sardo.

A innantis!

Franciscu Sedda
Segretario nazionale Partito dei sardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *