Il Gruppo del Partito dei Sardi sostiene la protesta delle campagne

La protesta dei pastori sardi, delle aziende agricole sarde, del mondo delle campagne sarde è legittima e sacrosanta. Intendiamo difenderla e sostenerla.
Per il Partito dei Sardi questa campagna elettorale sarà un’occasione di obiezione di coscienza rispetto al voto, un’occasione di NON VOTO ma, nel contempo, anche una grande occasione di rilancio di temi per noi cruciali, purtroppo imbrigliati dentro un contenitore elettorale che non ci appartiene.
Renderemo pubblici già da domani tutti i dati nella nostra disponibilità che certificano l’inadeguatezza e l’insufficienza delle politiche agricole italiane.
L’eccessiva burocratizzazione delle risposte istituzionali sui temi del diritto alla mobilità, del diritto allo studio, del diritto a fare impresa e da ultimo del diritto all’insularità, ci toccano nel profondo e minano i nostri diritti alla radice.
Sosteniamo quindi la protesta delle campagne, luogo che forse più di altri paga la distanza, l’insufficienza e l’inadeguatezza di politiche non solo scritte, ma anche pensate altrove.

Gianfranco Congiu, capogruppo del PdS nel Parlamento sardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *