Cosa vi siete persi

logo-smallIl Coordinamento del Partito dei Sardi – Quartu Sant’Elena, a distanza di cinque mesi dalle elezioni di maggio, ritiene che si sia avverato ciò che era stato profetizzato e denunciato durante l’incontro pubblico “Cosa vi siete persi”.

In occasione di quell’evento avevamo voluto rendere noto ai partecipanti, alla coalizione di centrosinistra, ai soggetti politici e alla cittadinanza tutta, i gravi motivi politici che ci avevano portato a uscire dalla coalizione di centro sinistra che sosteneva Stefano Delunas a pochi minuti dalla scadenza della presentazione delle liste.

Ciò che è avvenuto dal ballottaggio a oggi non ha fatto che confermare e rafforzare la bontà della severità della nostra scelta.

Il Partito dei Sardi pratica ed esige quel rigore che è richiesto a chi si candida ad assumere su di sé le responsabilità di governo, senza mai scaricare le colpe su altri, operando con determinazione per trovare, proporre ed attuare soluzioni per il bene dei sardi. Questo atteggiamento, questo modo di fare politica, lo avevamo visto platealmente negato allora dal candidato Sindaco, durante la formazione della coalizione e del programma, e lo vediamo negato adesso. Per questo non potevamo essere complici di inadeguatezze allora e non possiamo oggi attendere oltre che questa impresentabile amministrazione dia un cenno di consapevolezza del compito che avrebbe dovuto incarnare, dando un senso al mandato ricevuto.

Pertanto, oltre il rischio di portare la città a mancare agli appuntamenti improrogabili, ravvisiamo il pericolo rappresentato dalla manifesta intenzione di attaccare la figura del Presidente del Consiglio Comunale, attraverso la sfiducia alla presidenza in quanto organo di garanzia.

Riteniamo che la spregiudicata leggerezza con la quale sino ad oggi si è giocato esclusivamente a spostare e riposizionare potere che ha caratterizzato questa amministrazione abbia esondato, invadendo tutti gli organi dell’istituzione democratica.

Per questo proponiamo alle forze di centro sinistra, ovvero alle opposizioni di questa composizione di maggioranza, l’attivazione urgente di un tavolo politico che sappia contrastare l’utilizzo strumentale degli assetti democratici dell’amministrazione di Quartu Sant’Elena.

Il coordinamento cittadino: Salvatore Boi, Maurizio Farris, Gioachino Loi, Luca Loi, Lorenzo Marcia, Vincenzo Marcia, Roberto Orrù, Paola Pettinau, Gianfranco Serra, Cristian Stocchino, Diego Vacca, Cristiana Velluti

Copy-Sardigna-esec-small