Che fa il sardoleghismo davanti a Tajani, nemico della Catalogna e ammiratore di Vox e Mussolini?


Tajani prima nega una conferenza al Parlamento Europeo a Puigdemont e alle autorità catalane, poi autorizza una conferenza del partito spagnolo di estrema destra VOX, oggi fa l’elogio di Mussolini.

Che dice la coalizione sardoleghista? Che dicono i suoi rappresentanti? Che dirà il neogovernatore della Sardegna?

Non dovrebbe essere difficile scegliere se stare dalla parte dell’autodeterminazione democratico-progressista, come quella rappresentata dai catalani, oppure del sovranismo fascisteggiante, come quello di VOX o del centrodestra italiano.

E invece temo ci attendano tempi di vergogna. Ben diversi da quanto abbiamo fatto in questi cinque anni, quando il nostro Governo e il nostro Parlamento si sono espressi a sostegno della causa catalana e quando con la Corsica abbiamo costruito un nuovo protagonismo euromediterraneo per i nostri popoli, sotto il segno della democrazia, della solidarietà, dell’autodeterminazione. E del rifiuto di qualunque forma di chiusura e di fascismo.

Franciscu Sedda

Post navigation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *