Comunicati

Portiamo a casa la riforma del Consorzio del Parco Geominerario!

Il Partito dei Sardi ritiene necessario che si porti a termine l’intesa fra RAS e Ministero dell’Ambiente per dare attuazione alla riforma del Consorzio del Parco Geominerario. Per questo il Partito dei Sardi chiede al Presidente Pigliaru che il positivo percorso intrapreso dalla nostra Giunta nei confronti del Ministero per l’Ambiente riprenda con vigore e decisione. e porti a risultati definitivi..

Insegnanti sardi in Sardegna!

Il Partito dei Sardi esprime il suo sostegno agli insegnanti sardi mobilitati contro le follie dello Stato italiano e appoggia le azioni della Giunta rivolte a far in modo che i nostri insegnanti non debbano emigrare dall’Isola per veder riconosciuto il loro diritto alla stabilizzazione.
Il trattamento dello Stato nei confronti dei nostri insegnanti dimostra, oltre che una scarsa conoscenza della geografia (andare da Milano a Verona non è come andare da Cagliari a Roma!), quanto sia necessario prendere definitivamente e completamente in mano le competenze in materia di istruzione. Solo acquisendo piena sovranità sull’istruzione, sulla sua organizzazione così come sui suoi contenuti, si può costruire una scuola a misura dei sardi, siano essi insegnanti o alunni.

L’Agenzia Sarda delle Entrate e l’olio rancido dell’invidia

di Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

L’Agenzia Sarda delle Entrate genera invidia e paura. Invidia che qualcuno la stia facendo. Paura che questo qualcuno – la Giunta Pigliaru, il Partito dei Sardi, il popolo sardo tutto in primo luogo – possa veder crescere se stesso e la sua forza sulla base della capacità di portare a casa risultati grandi, strategici, decisivi per la sovranità della Sardegna e per le tasche della nostra gente.

Comunicato del coordinamento territoriale di Sassari

Il Partito dei Sardi – Coordinamento territoriale di Sassari – denuncia lo stato di grave crisi finanziaria in cui si trovano tutti i comuni dell’area vasta del Nord Ovest della Sardegna, non diversamente dalle altre amministrazioni dell’Isola, a causa del…

Il parlamento sardo non commemora Sa Batalla: noi sì!

di Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

Il nostro partito, attraverso il suo consigliere Augusto Cherchi, ha chiesto oggi al parlamento sardo di osservare un minuto di silenzio per commemorare i 606 anni da Sa Batalla di Sanluri e onorare così la memoria di tutti quei sardi che il 30 giugno del 1409, e in quegli anni, lottarono uniti per la libertà della Sardegna.
La quasi totalità dei consiglieri, invece di comportarsi da parlamento, si è comportata da consiglio regionale. Alcuni hanno rumoreggiato infastiditi, altri ignorato. Altri, pochi, hanno privatamente riconosciuto il valore del gesto.

Convegno a Sassari

Il segretario nazionale del Partito dei Sardi, Franciscu Sedda, interverrà al convegno «Paolo Dettori e la nuova Questione sarda», Sassari, venerdì 19 giugno 2015, Sala Angioy del Palazzo della Provincia, ore 9.30 – 19.30.

Il ballottaggio e le diverse vie del cambiamento

Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

Primo: non votare. Secondo: non votare chi ha governato fino a ieri. Terzo: votare per chi non ha mai governato.
Questo è il riassunto del voto di ieri nei grandi centri della Sardegna. Un voto che conferma tutti i limiti e le contraddizioni della voglia di cambiamento che attraversa la Sardegna.

Inizia la campagna di adesione. Unisciti a noi

Cerchiamo persone mosse dall’amore per la propria Terra e la propria gente. Persone pronte ad impegnarsi per la Sardegna con onestà, tensione morale, spirito di servizio per la propria comunità. Se ti riconosci in questi valori unisciti a noi per costruire la Repubblica di Sardegna attraverso l’azione non violenta, democratica, partecipata, condivisa.

Il Partito dei Sardi e l’esempio di Quartu Sant’Elena

di Franciscu Sedda

Il Partito dei Sardi, di concerto con i propri dirigenti e attivisti quartesi, ha scelto di non presentare suoi candidati a Quartu Sant’Elena dove non si sono realizzate le condizioni politiche per un accordo con il candidato sindaco Stefano Delunas.

A Quartu abbiamo provato a contribuire all’alleanza sovranista e di centrosinistra creando una lista comune con SEL e CDS. Come peraltro stiamo facendo a Porto Torres, a Nuoro, a Tempio. Abbiamo provato a farlo anche a Quartu. Lo abbiamo fatto mettendo a disposizione della coalizione progetti e consensi importanti che senza la nostra visione e la nostra credibilità sarebbero andati persi.

Tariffe scontate per elezioni

A tutte/i i cittadine/i e sarde/i che vogliano recarsi nel proprio comune per le elezioni amministrative e magari approfittare della coincidenza con il ponte del 2 giugno, per soggiornare qualche giorno nel proprio paese, sappiate che il ministero dell’interno, il 5 maggio 2015, ha emanato una circolare (http://www.regione.sardegna.it/do) in cui si informano gli elettori che si recheranno a votare nel proprio comune, che sono state stipulate convenzioni con Trenitalia (quindi anche per spostamenti interni alla Sardegna, come ad esempio chi lavora o studia in un comune differente da quello di residenza), CIN (Tirrenia), società concessioni autostrade e trafori e Alitalia al fine di concedere sconti sulle tariffe “ordinarie” (non su quella residenti). Chiunque fosse interessato, o conosca parenti e/o amici interessati, deve presentarsi al punto di imbarco o stazione con la tessera elettorale e un documento in corso di validità per poter usufruire degli sconti. (Questa agevolazione non è da sommare con i contributi regionali concessi solo a chi è emigrato all’estero).
Contattare la compagnia con cui viaggerete per maggiori informazioni.

Il raccolto di una pessima semina

di Luca Sarriu
Coordinatore provinciale per il Sulcis Iglesiente del Partito dei Sardi
I recenti fatti accaduti a Carbonia, tra cui il gravissimo attentato al Presidente del Consiglio comunale Ignazio Cuccu e l’apparizione di scritte razziste contro Maometto e il Corano, fanno sorgere il dubbio che la campagna d’odio contro la politica e contro il variegato mondo musulmano inizino a dare i loro frutti amari anche in un territorio tutto sommato immune da violenze e razzismi di sorta.

Indipendenza e Europa: Franciscu Sedda rappresenta la Sardegna a Liverpool

Franciscu Sedda rappresenterà la Sardegna e l’indipendentismo sardo al workshop internazionale Sovereignty Formulas between Autonomy and Independence: Towards a Reconfiguration of Europe?” (“Formule di sovranità fra autonomia e indipendenza: verso una riconfigurazione dell’Europa?”) che si terrà a Liverpool il 14 e 15 maggio.
Il Segretario Nazionale del Partito dei Sardi discuterà delle prospettive dell’Europa colte dal punto di vista delle istanze d’indipendenza e delle politiche di sovranità insieme a rappresentanti di Convergència Democràtica de Catalunya – il partito dell’attuale presidente della Catalogna, Artur Mas – del Partido Nacionalista Vasco, il partito dell’attuale presidente dei Paesi Baschi, Iñigo Urkullu.

Assemblea nazionale del Partito dei Sardi

L’Assemblea Nazionale del Partito dei Sardi, riunita a Oristano il 10 maggio 2015, dopo aver ascoltato le relazioni del Segretario Nazionale, Franciscu Sedda, e del Presidente Nazionale, Paolo Maninchedda, dopo aver dibattuto i punti all’ordine del giorno, su proposta del Segretario approva all’unanimità il testo seguente.
1.
L’Assemblea Nazionale del Partito dei Sardi ribadisce la piena e convinta fiducia in Paolo Maninchedda ed afferma che nessun altro se non lui può, in questo momento della vita del Partito, assolvere alla funzione di Presidente…

Il nostro Partito e le elezioni amministrative in Sardegna

di Franciscu Sedda

Grazie al grande impegno di dirigenti e attivisti di ogni territorio il Partito dei Sardi sarà massicciamente presente alle prossime elezioni amministrative in Sardegna. Il Partito dei Sardi sarà presente con il suo simbolo e la sua lista a Porto Torres, dove sostiene la candidatura a sindaco di Luciano Mura; con il suo simbolo ha formato lista insieme al Centro Democratico Sardegna a Nuoro, dove sostiene il sindaco uscente Alessandro Bianchi e a Tempio contribuisce con suoi candidati alla lista della coalizione di centrosinistra e sovranista che sostiene Antonio Balata.

Sa Die si farà: i soldi ripristinati nella prossima giunta

Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

“I fondi per Sa Die saranno ripristinati nella prossima giunta attraverso una apposita delibera”. È questo l’impegno ribadito dall’assessore alla programmazione Paci ai consiglieri del Partito dei Sardi Augusto Cherchi e Pier Mario Manca, già promotori di un emendamento in materia approvato in consiglio durante la finanziaria. Ai due consiglieri l’assessore Paci ha confermato che “solo per un disdicevole disguido tecnico non sono state appostate in bilancio le somme per Sa Die de sa Sardigna” e che al tutto verrà messo rimedio …

Il Partito dei Sardi richiama in Giunta il ddl sull’Agenzia Sarda delle Entrate

di Franciscu Sedda
Questa mattina il Partito dei Sardi ha chiamato in Giunta il ddl sull’Agenzia Sarda delle Entrate. L’assessore alla programmazione Raffaele Paci ha risposto al presidente del PdS e assessore LLPP Paolo Maninchedda che il gruppo di lavoro delegato a redigere il ddl è pienamente operativo e che il ddl ASE è in fase avanzata di elaborazione.

L’Agenzia Sarda delle Entrate è una cosa seria

L’Agenzia Sarda delle Entrate si farà. E si farà attraverso una legge organica. E si farà non appena concluso l’iter della finanziaria.
Il tentativo del centrodestra di riprendere in aula l’emendamento presentato da Partito dei Sardi, Sel e Centro Democratico per mettere in imbarazzo la maggioranza è palesemente fallito. Il centrodestra non ha avuto nemmeno il coraggio di votare segretamente l’ASE.

Comunicato stampa. Partito dei Sardi – Porto Torres

Fra quattro mesi Porto Torres andrà al voto per il rinnovo del consiglio comunale e della giunta. Il Partito dei Sardi governa la Sardegna col Presidente Pigliaru ed è al governo anche a Sassari col sindaco Nicola Sanna.
Il Partito dei Sardi è impegnato al momento nelle consultazioni con le delegazioni politiche dei partiti di centrosinistra e sovranista. Tanti i temi trattati, dai criteri da adottare per l’individuazione del candidato sindaco, che dovrà unire la città ed esserne espressione, alle modalità di svolgimento delle primarie di coalizione per individuare il sindaco. In particolare, però, la preoccupazione del Partito dei Sardi è quella di dare risposte di governo ai gravi problemi economici e sociali che attanagliano Porto Torres.

Apertura nuovi cantieri

In Sardegna aprono centinaia di cantieri per un totale di 70 milioni di euro in 101 Comuni grazie al bando a sportello che ha messo a disposizione fondi europei Fesr 2007-2013 per progetti in fase definitiva. Le opere dovranno essere tutte consegnate entro il 30 settembre di quest’anno.

Conferenza stampa

Domani, mercoledì 21 gennaio 2015, il Partito dei Sardi ufficializzerà la costituzione del suo gruppo consiliare a Selargius e discuterà con la stampa dei progetti e delle iniziative del Partito per la città e il territorio.

Positivo il lavoro del sindaco Nicola Sanna

Il coordinamento provinciale del Partito dei Sardi respinge le critiche al primo cittadino.

Da parte del Partito dei Sardi nessuna bocciatura al sindaco Nicola Sanna e al suo operato. Anzi, quelli appena trascorsi, sono stati mesi di intenso e proficuo lavoro che, a cavallo tra una amministrazione uscente e l’ingresso di quella nuova, ha permesso di dare continuità al lavoro già svolto, avviando un nuovo corso.

Agenzia Sarda delle Entrate in finanziaria: il tempo è maturo

È giunto il momento di istituire l’Agenzia Sarda delle Entrate. Secondo il Partito dei Sardi questo atto di sovranità, fondamentale per la Sardegna in quanto istituzione che vuole governare i processi e in quanto popolo che vuole riconquistare un presente di prosperità, deve compiersi subito fin dalla prossima finanziaria.
Alle prudenze di chi crede che i sardi non siano pronti a gestire una materia così complessa noi rispondiamo dicendo che le cose si imparano facendole, che l’autodeterminazione è esattamente una pedagogia della responsabilità, è il superamento delle paure ataviche dei sardi, è la volontà di sfidare se stessi …

Comunicato stampa. Parte dal Comune di Sassari una proposta di riforma dell’edilizia residenziale pubblica

Un documento che individua le criticità dell’attuale normativa sull’edilizia residenziale pubblica e indica una strategia per una riforma del servizio, è stato consegnato ieri dal sindaco di Sassari, Nicola Sanna, all’assessore ai Lavori pubblici, Paolo Maninchedda, nel corso di un incontro tenutosi nella sede sassarese del Partito dei Sardi, organizzato dall’associazione Modello Sardegna (MOSA) e dal coordinamento territoriale del partito.