Comunicati

Sardegna e Corsica più forti in Europa

TGR Sardegna del 13 febbraio 2016.
Il servizio è dedicato al vertice Sardegna-Corsica, ai temi dell’indipendenza e della sovranità, ai rapporti politici fra Gilles Simeoni e il Partito dei Sardi. Con l’intervista a Paolo Maninchedda e Franciscu Sedda.

Mi sa che è ora

di Paolo Maninchedda
Mi sembra che siamo alle porte di un grande evento e che non ne abbiamo adeguata coscienza. Forse dobbiamo incontrarci con tutti quelli che la pensano come noi e produrre un evento politico e istituzionale eccezionale. Sarebbe veramente grave che dinanzi a una bella brezza noi tenessimo le vele abbassate per un errore dell’anemometro. Sono certo che stiamo scrivendo un pezzo di una storia difficile, ma guai a pensare di dover scrivere solo un paragrafo quando le circostanze ci dicono che dobbiamo scrivere un nuovo libro, il nostro.

Sardi e Corsi: insieme per l’autodeterminazione

di Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi
In occasione della visita in Sardegna del Presidente del Consiglio Esecutivo della Corsica, Gilles Simeoni, leader del partito “Femu a Corsica” e della coalizione “Pè a Corsica” il Partito dei Sardi ha il piacere e l’onore di promuovere oggi, giovedì 11 Febbraio, due incontri volti a rafforzare il comune cammino di autodeterminazione dei nostri popoli.

Incontro a Porto Torres

Il Partito dei Sardi organizza un importante incontro con Augusto Cherchi per dibattere sui temi della sanità sarda. Appuntamento a Porto Torres, sabato 9 gennaio, alle ore 17.45 presso la sede del Rotary in via Manno n.9. Modera l’incontro Alessandro Pinna, coordinatore del Partito dei Sardi cittadino.

Presentazione del Manuale d’indipendenza. A Nuoro l’8 gennaio

Venerdì 8 Gennaio, alle ore 18.30, presso il Caffè Letterario Nobel ’26 in Piazza Mameli (ExMe) a Nuoro, l’Associazione Culturale A INNANTIS presenta il Manuale d’indipendenza nazionale. Dall’identificazione all’autodeterminazione di Franciscu Sedda.

Dialogherà con l’Autore il Professor Paolo Maninchedda.

L’evento è realizzato dall’Associazione Culturale A INNANTIS con la collaborazione della Libreria Mieleamaro libri & musica di Nuoro e del Caffè Letterario Nobel ’26.

2016

Chi siat s’annu chi cada unu arrenescit a s’acatari a intru su mengius e a ‘ddu ispainari a foras, pro su beni de chini nos bivit acanta e de sa terra nostra. Sa Sardigna, su Mundu.
Che sia l’anno in cui ciascuno riesce a tirar fuori e diffondere il meglio, per il bene di chi ci vive a fianco e della nostra terra. La Sardegna, il Mondo.

Franciscu Sedda

Legge di riforma degli enti locali … A proposito di Città Metropolitana

di Gianfranco Congiu
Consigliere Regionale del Partito dei Sardi.

Ultime riflessioni prima dell’arrivo in aula del disegno di legge Enti Locali.

Si è fatto un gran parlare in questi giorni dei vantaggi che arreca una scelta in chiave “metropolitana” e delle prospettive di crescita che inducono, territori interi, a rivendicarne la gemmazione anche altrove e non solo a Cagliari.

Qui vorrei porre l’accento su alcune criticità che, se non adeguatamente fronteggiate, potrebbero risultare controproducenti, se non addirittura dannose.

Cambiamo il nome alla Carlo Felice?

Il Partito dei Sardi ha proposto di cambiare il nome alla SS 131 fino ad oggi intitolata al sabaudo Carlo Felice e dedicarla a Mariano IV o Giovanni Maria Angioy. Tu a chi dei due la intitoleresti? LEGGI E VOTA

Un messaggio a SEL Sardegna: Mettiamo nero su bianco il nostro impegno comune per la sovranità e la prosperità dei sardi

di Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

Stamattina un amico mi ha scritto via sms: “Ma dunque dopo l’assemblea di SEl si avvicina il Partito della Nazione Sarda?”. Ho risposto in modo cauto. Perché le cose grandi si fanno mettendo nero su bianco una visione condivisa, rispettosa della pluralità delle storie di provenienza ma chiara nei principi e decisa negli obbiettivi verso cui si tende.

Cosa vi siete persi

Il Coordinamento del Partito dei Sardi – Quartu Sant’Elena, a distanza di cinque mesi dalle elezioni di Maggio, ritiene che si sia avverato ciò che avevamo profetizzato e denunciato durante l’incontro pubblico “Cosa vi siete persi”.

In occasione di quell’evento avevamo voluto rendere noto alla cittadinanza, alla coalizione di centrosinistra, ai soggetti politici e alla cittadinanza tutta, i gravi motivi politici che ci avevano portato ad uscire dalla coalizione di centro sinistra che sosteneva Stefano Delunas a pochi minuti dalla scadenza della presentazione delle liste.

Né indietreggiamenti né ritardi: ‪#‎approviamolASE‬!

di Franciscu Sedda
Oggi sono stato sentito in Commissione Bilancio in merito alla proposta di legge dell’Agenzia Sarda delle Entrate. Sono stato chiamato in quanto presidente del Fiocco Verde e dunque promotore nel 2012 della Legge d’iniziativa popolare per l’ASE.
Vi dirò più tardi cosa ho detto in dettaglio ma mi preme condividere l’inizio e le conclusioni del discorso.

Il Fondo Unico sia riservato ai Comuni e alle aree svantaggiate. Costruiamo una Sardegna solidale

di Gianfranco Congiu
Consigliere Regionale Partito dei Sardi

Il testo licenziato dalla prima commissione in materia di DDL Enti Locali non scioglie fino in fondo il nodo della ripartizione delle risorse. Noi abbiamo proposto una destinazione del Fondo Unico solo in favore delle Autonomie Locali e non anche in favore della Città Metropolitana proponendo e difendendo uno specifico emendamento che andava proprio in quella direzione.

Mozione urgente firmata da PdS e gruppo

I consiglieri del Partito dei Sardi e il gruppo Sovranità, democrazia e lavoro hanno presentato ieri una mozione urgente per dibattere nel nostro Parlamento dell’attacco dello Stato e di Terna al nostro sistema industriale e rispondere con forza e con una nostra politica di sovranità energetica. LEGGI LA MOZIONE

A innantis!

Franciscu Sedda

DDL ENTI LOCALI

di Gianfranco Congiu
Consigliere regionale Partito dei Sardi

Da notizie apparse sulla stampa apprendo di una ipotesi di compensazione finanziaria a vantaggio delle aree del Nord Sardegna anche mediante un “ripensamento” del Fondo Unico regionale.
Ebbene, parlando di compensazioni finanziarie ritengo che l’area vasta del Nuorese ed in particolare del Centro Sardegna, non possa essere esclusa da alcuna misura di riequilibrio economico per l’altissimo prezzo alla crisi del comparto industriale che sta pagando …

L’Italia se ne frega delle nostre imprese alberghiere davanti all’Europa. Serve uno Stato sardo che ci rappresenti e difenda

Franciscu Sedda, Gianfranco Congiu

Cosa c’entra l’indipendenza della Sardegna con gli incentivi alle nostre imprese alberghiere? C’entra, c’entra. Lo ha dimostrato molto bene il nostro consigliere regionale, Gianfranco Congiu, intervenendo in aula a nome del Partito dei Sardi e del gruppo Sovranità Democrazia Lavoro.

Gianfranco Congiu – come potete leggere nel testo del suo intervento qui sotto – ha dimostrato al Parlamento Sardo, carte alla mano, che per l’Europa non c’era alcun problema a derogare sugli aiuti dati alle nostre imprese alberghiere.

Comunicato Partito dei Sardi Galtelli-Baronia

Il Partito dei Sardi Galtelli-Baronia comunica che a seguito della riunione svoltasi il 23 ottobre u.s., finalizzata a discutere su temi di rilevanza per quanto riguarda il territorio della Baronia (proposte ed iniziative da adottare), la campagna tesseramenti e la…

Partito dei Sardi: come passare dall’Italia di Trident a una Sardegna di pace

di Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

Sulla vicenda Trident si è imposto lo slogan “rovesciare il tavolo”. Ora, l’unico modo per rovesciare il tavolo in questa materia è fare l’indipendenza dall’Italia.

Si dà il caso che molti di coloro che chiedono di rovesciare il tavolo, per quanto persone stimate e sinceramente amanti della Sardegna, non siano indipendentiste. Dato questo presupposto il tavolo in oggetto rischia di diventare evanescente e introvabile quanto i bottoni della famosa “stanza dei bottoni”.

Richiesta di dimissioni di Stefania Chisu da Presidente della Commissione Pari opportunità RAS

di Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

Il Partito dei Sardi, a seguito del post pubblicato su Facebook dalla Presidente della Commissione Pari opportunità della Regione Autonoma della Sardegna, sig.ra Stefania Chisu, chiede le immediate dimissioni della stessa dal ruolo di presidente.

Le parole che abbiamo letto non solo offendono le donne e la società tutta ma evidenziano quanto non sia chiaro per la sig.ra Chisu l’obiettivo politico della commissione Pari opportunità che lei stessa presiede.

Referendum d’indipendenza: che fare? Le proposte e l’impegno del Partito dei Sardi

di Franciscu Sedda

Ciò che sta succedendo in Catalogna in queste ore risveglia anche in Sardegna domande su di un possibile cammino verso l’indipendenza.
Il Partito dei Sardi ha ben chiari quali sono alcuni passaggi imprescindibili per arrivare alla meta.
Li ha detti, li praticati, li ribadisce in questa occasione.

1.
In primo luogo bisogna far crescere e rafforzare ulteriormente il progetto del Partito dei Sardi attraverso la qualità della nostra azione indipendentista al governo della Sardegna e delle comunità della nostra Natzione. Per questo nei giorni scorsi ho fatto appello al coraggio, nostro e dei sardi, a mettersi collettivamente in gioco. Nulla più di un partito forte, credibile, propositivo può in questo momento spingere l’orizzonte verso l’autodeterminazione.

Auguri alla Catalogna e a chi la trasformerà in un nuovo Stato

di Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

Il Partito dei Sardi esprime grande ammirazione per quanto è avvenuto ieri in Catalogna. Ancora una volta la società catalana è andata in massa e pacificamente a votare, dando lustro ai valori della democrazia, della mobilitazione popolare, della passione civica.
Il Partito dei Sardi non può che esprimere i suoi più grandi complimenti agli amici di Junts pel Sì e della CUP per il grande risultato conseguito.

Il coraggio di crescere

di Franciscu Sedda
Segretario Nazionale Partito dei Sardi

Il Partito dei Sardi ha l’ambizione di portare la Sardegna all’indipendenza. Per farlo deve mettere in gioco il proprio coraggio. E chiedere ai sardi di fare altrettanto.

Per questo il Partito dei Sardi fa una chiamata a tutte quelle donne e quegli uomini sardi che vogliono lasciarsi dietro il passato e guardare al futuro; a tutti quegli uomini che hanno maturato la visione di una Sardegna che esercita ed espande la sua sovranità avanzando nel percorso di autodeterminazione nazionale.

No a proconsoli romani, sì a una scuola dei sardi

di Gianfranco Congiu
Consigliere regionale del Partito dei Sardi

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA – XV LEGISLATURA

Consiglio del 22 settembre 2015:

  1. L’art. 5 dello Statuto Speciale attribuisce alla Sardegna la facoltà di adattare alle sue particolari esigenze le disposizioni delle leggi della Repubblica in materia di istruzione e ordinamento degli studi;
  1. Trattasi di competenza legislativa concorrente secondo quanto stabilito dalla Corte Costituzionale nella sentenza n. 235/2010

No alla precarietà e alla carenza d’organico in sanità

On. Augusto Cherchi – Consigliere Regionale Partito dei Sardi

Il Partito dei Sardi esprime la sua forte perplessità in merito alla delibera approvata dalla Giunta su proposta dell’Assessore alla Sanità con oggetto “disposizioni alle Aziende Sanitarie in materia di contenimento della spesa per il personale – blocco del turnover”.