Catalogna. Mozione e richiesta di convocazione straordinaria e urgente del Parlamento sardo

I Capigruppo Gianfranco Congiu, Daniele Cocco e Pierfranco Zanchetta hanno depositato una mozione sui fatti della Catalogna con richiesta di convocazione straordinaria e urgente del Parlamento sardo.

Il Partito dei Sardi, MPD Art 1 e UPC chiedono che la Comunità internazionale si faccia parte attiva per ristabilire i dettami di un confronto politico democratico, con il ripudio di forme e rimedi coercitivi.

Richiamando l’iniziativa degli oltre 150 sindaci e amministratori locali della Sardegna che, nel manifesto congiunto del 30 ottobre, stigmatizzano il silenzio delle istituzioni europee e riconoscono il risultato politico delle consultazioni referendarie catalane, chiedono che il Parlamento sardo rinnovi la solidarietà al popolo catalano, insista sulle richieste di cessazione immediata degli arresti per tutti gli esponenti politici e della società civile per fatti comunque connessi alla consultazione referendaria del 1° ottobre 2017 ed esiga l’impegno del Presidente della Regione a sollecitare la Comunità e istituzioni europee, per il tramite del governo italiano, a profondere ogni sforzo per ristabilire i dettami di un confronto politico/istituzionale democratico tra la comunità catalana ed il governo centrale spagnolo, con il ripudio di ogni forma e metodo coercitivi.

LA MOZIONE

1 comment for “Catalogna. Mozione e richiesta di convocazione straordinaria e urgente del Parlamento sardo

  1. Felice Di Maro
    12 novembre 2017 at 18:48

    Ho letto la mozione e spero che venga approvata se non lo è già stato. La Catalogna ha bisogno di avere più attenzione non solo per le elezioni del 21 dicembre ma anche per l’importanza che ha per l’Europa in riferimento alla risoluzione che ha avviato i processi istituzionali d’indipendenza. La reazione di Rajoy che in tempo reale ha fatto approvare dal senato di Madrid l’art.155 è uno schiaffo all’Europa e purtroppo l’Italia ne è complice.

    Non era mai successo almeno possiamo dire rispetto agli ultimi decenni che i leader dei partiti di una parte siano in carcere mentre l’altra parte è libera e liberamente può fare la campagna elettorale.

    L’approvazione della mozione che ho letto è importante che venga approvata e che venga diffusa.

    Un saluto da Felice Di Maro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *