Altro che contratto all’italiana. Il cambiamento facciamolo alla sarda

Ma se alla fine, dopo aver fomentato odio e diprezzo reciproco, in Italia tutti possono allearsi con tutti, come dimostra la vicenda del “contratto” che i 5Stelle stanno provando a stringere con Lega e PD, non è più serio e onesto fare come abbiamo fatto noi del Partito dei Sardi dicendo fin da subito «siamo diversi ma se c’è una convergenza sugli interessi nazionali dei sardi possiamo allearci (esclusi fascisti e razzisti) per portare avanti un programma di governo innovativo»?
Insomma, in Sardegna facciamola alla sarda. Con chiarezza e spirito di cambiamento. Senza alimentare odio. E senza prendere per i fondelli la gente.
A innantis!
Franciscu Sedda
Presidente Nazionale Partito dei Sardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *